aAccademia

L'articolo è stato aggiunto al tuo carrello

aAccademia

24,00
aggiungi al carrello (cod: 9788899982294)
cartaceo, ISBN 9788899982294
4,49
aggiungi al carrello (cod: 9788899982300)
PDF 1.1 MB, ISBN 9788899982300
4,49
aggiungi al carrello (cod: 9788899982317)
EPUB 399.8 KB, ISBN 9788899982317
Sfumature di rosso La Rivoluzione russa nella politica italiana del Novecento
a cura di Marco Di Maggio

collana La Biblioteca di «Historia Magistra»
anno di pubblicazione 2017
pp. 352
ISBN cartaceo 9788899982294
ISBN pdf 9788899982300
ISBN epub 9788899982317

Nel corso del XX secolo l’Italia è stato uno dei paesi dell’Occidente in cui il confronto politico e la dialettica fra le classi sociali ha assunto la più marcata connotazione ideologica. Questo alto livello di ideologizzazione ha fatto sì che nelle culture politiche italiane si stratificassero molteplici concezioni e rappresentazioni della rivoluzione, all’interno delle quali occupano un ruolo centrale quelle della Rivoluzione russa e, in particolare, di quella bolscevica dell’ottobre 1917.
Questo volume raccoglie una serie di ricerche sulle rappresentazioni della Rivoluzione russa nella politica italiana del Novecento.
Le rappresentazioni del 1917, e quelle della forma di Stato e di governo nata dalla Rivoluzione rappresentano un punto di osservazione sull’evoluzione delle culture politiche, delle loro relazioni e contrapposizioni, della circolazione di idee e delle influenze reciproche.
Dalla metà degli anni Venti fino al crollo dell’Unione Sovietica nel 1991, gli eventi russi del 1917 e il “modello sovietico” diventano un termine di confronto, un esempio a cui ispirarsi o, comunque, un elemento imprescindibile per tutte quelle correnti politiche e culturali che cercano di elaborare una lettura (positiva o negativa, ideologica o più orientata all’analisi reale) della società di massa, del capitalismo fordista, del rapporto fra Stato e classi sociali e di quello fra interessi economici individuali e collettivi.


Marco Di Maggio insegna Storia contemporanea presso Sapienza Università di Roma, si occupa della storia comparata dei partiti del movimento operaio in Europa occidentale e della storia politica degli intellettuali.
Fra le sue pubblicazioni Les intellectuels et la stratégie communniste. une crise d’hégémonie (1958-1981) (Les Edition Sociales, 2013), Alla ricerca della Terza Via al Socialismo. I Pc italiano e francese nella crisi del comunismo (1964-1984) (Edizioni scientifiche italiane, 2014). Fa parte della redazione romana di «Historia Magistra. Rivista di storia critica».

Instagram INSTAGRAM